FANDOM


{{{nome}}}
300px
Informazioni biografiche
Caratteristiche fisiche
Apparizioni
[Fonte] · [Modifica]
Ashley mugshot
Questa voce necessita di una riscrittura o di vari miglioramenti.
Se puoi, modificala e aiutaci a migliorarla.
Note aggiuntive: Da migliorare.

Manuela è una ragazza che Leon S. Kennedy e Jack Krauser salvano all'interno di una chiesa, mentre si trovano in missione in Sud America.

BiografiaModifica

Manuela è nata dal criminale Javier Hidalgo e da sua moglie Hilda Hidalgo nella zona che circonda l'isolato villaggio sudamericano di Mixcoatl. Il padre, tramite l'organizzazione denominata Serpenti Sacri , controllava la vita stessa degli abitanti locali, pur tenendo al sicuro consorte e figlia che erano completamente ignare dei suoi traffici.

Ad un certo punto della sua vita, a Manuela venne diagnosticata dai medici una malattia incurabile. Non disposto a perdere la sua unica gioia, Javier ed i suoi uomini iniziarono a fare affari con l'Umbrella, una società di progettazione di farmaci e segretamente di armi bio-organiche, per vendere queste ultime ai terroristi sul mercato nero. Javer acquistò quindi i campioni del T-Veronica Virus ad un prezzo elevato, sperando in cuor suo che essi avrebbero potuto salvare la vita della ragazza. Utilizzando le capacità rigenerative dei ceppi di Virus Progenitor , Javier si rese conto che la cosa era fattibile.

Il virus aveva anche un grande difetto: prendeva possesso del corpo di chi lo ospitava, causando mutazioni orribili. Tenendo conto di questo, la gang di Javier cominciò a rapire ragazze del luogo aventi la stessa età di sua figlia, allo scopo di utilizzare i loro organi vitali per poi trapiantarli a Manuela contro gli effetti mutogeni del virus.

Manuela riuscì a sopravvivvere grazie ai trapianti fino al 2002, finchè chiese ai medici come fossero riusciti a curare la sua malattia. Di fronte alla notizia che molte donne erano state uccise in modo che lei potesse vivere, nonchè avendo saputo dell'agente mutogeno all'interno del proprio corpo, Manuela scappò via. Sconvolto da tale fuga, Javier rilasciò l'acqua dalla centrale idroelettrica, inondando Mixcoatl. Oltre a questo però, venne liberato anche il virus T, che di lì a poco avrebbe infettato la popolazione. Il Virus T-Veronica contagiò anche la madre di Manuela, Hilda Hidalgo : la donna non reagì bene, degenerando in un essere tentacolare e mutaforma.

L'operazioneModifica

Venuti a conoscenza del disastro che stava verificandosi in America latina, l'agente dei Servizi Segreti americani Leon Scott Kennedy ed il suo compagno Jack Krauser vennero inviati a verificare la situazione, con l'obiettivo di arrestare Javier per i suoi rapporti col mercato nero. I due trovarono Manuela in una chiesa: la madre, già in stato di mutazione avanzata, stava per farla fuori anche se all'ultimo momento la sua mente riottenne brevemente il controllo, impedendole di ucciderla. Dopo aver combattuto Hilda ed averla eliminata, i due chiesero il supporto di Manuela, pur se ancora inconsapevoli della sua connessione con il criminale. Raggiunto l'interno della diga, la ragazza venne recuperata dal padre e separata da Leon e Krauser: i due furono improvvisamente travolti dalle cascate e spazzati via. Ripresisi, in seguito riuscirono a trovare Manuela durante il tentativo di fuga da Javier, rendendosi finalmente conto del legame di parentela che li univa. Leon aveva però iniziato a sospettare che ella fosse stata infettata con il virus T-Veronica, anche se Manuela non potè rispondere fin quando non raggiunsero la strada sopra la diga.

Arrivati alla villa, la donna scoprì i cadaveri dei medici presso i quali era in cura, giungendo alla conclusione che Javier aveva sparato loro, dopo la sua prima fuga. Nel sotterraneo del palazzo, i 3 rinvennero il cadavere di una delle ragazze scomparse. Leon si rese conto che v'erano stati dei trapianti di organi, onde evitare che il mutamento di Manuela degenerasse. Javier ancora una volta cercò di riprendersi la figlia, ma venne interrotto da Hilda che, ancora viva, aveva iniziato ad attaccare i due americani. Vicina ad ucciderli, ella venne fermata da Manuela, messasi a cantare come quando era piccola ed incantando quindi la madre. Poco dopo però la ragazza smise di farlo a causa della debolezza, così la mente di Hilda divenne definitivamente preda del suo lato aggressivo ed animalesco. Manuela fu ancora una volta salvata dai due agenti, i quali impedirono a Hilda di raggiungere la figlia, riuscendo ad eliminarla una volta per tutte. Solo a quel punto Manuela si rese finalmente conto di chi in fosse in realtà la creatura.

Fuggendo dal palazzo ed in attesa dei soccorsi, i tre furono improvvisamente attaccati da Javier, mutato anch'egli in mostro a causa del T-Veronica virus. Manuela allora capì che l'unico modo per sconfiggere il padre era adoperare il proprio sangue, in grado di prendere fuoco a contatto con l'ossigeno dell'aria.
File:Leon and Manuela.jpg
Bruciò quindi le articolazioni del mostro, che venne poi definitivamente annientato. Giunse infine un elicottero, giusto in tempo per consentirle d'essere medicata e successivamente presa in custodia dal governo. Di lì in avanti nessun cambiamento fu osservato in lei, almeno fino allo stato attuale delle cose.

CuriositàModifica

  • Manuela è l'unica persona colpita dal T-Veronica Virus che è però in grado di controllare e conservare la sua forma umana.
  • L'abito di Manuela è simile al vestito strappato di Naomi Watts/Ann Darrow nel film King Kong di Peter Jackson.
  • Manuela ha alcune somiglianze con Alexia Ashford: in entrambe il sangue è instabile e sono infettate dal T-Veronica virus, oltre al fatto che ambedue cantano una sorta di ninna nanna.
  • Se il giocatore impiega più di 10 minuti durante la battaglia finale, Manuela perderà troppo sangue, finendo incenerita. Se invece Javier viene sconfitto in tempo utile, ella sopravvive: verrà posta sotto la protezione del governo statunitense e tenuta sotto stretta sorveglianza (questo è il finale ufficiale).
  • Manuela condivide lo stesso nome della figlia di Pablo Escobar, signore della droga a cui si rifà la figura del padre, Javier Hidalgo.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.